Mostre ancora da visitare

 
Ancora non hai visto tutte le mostre?
Sono disponibili tour guidati su prenotazione per i seguenti giorni/orari (minimo 10 – massimo 20 iscritti – in collaborazione con UniMc:
 
Martedì ore 16 – ore 18.30
Mercoledì ore 16 – ore 20
Giovedì ore 16 – ore 18.30
Venerdì ore 16 – ore 20
Sabato ore 16 – ore 20
Per info e prenotazioni: Camilla 3478998599
 
 
Mostre ancora aperte:
01 – JESSE JACOBS
SPAZIO MIRIONIMA – Piazza della Libertà
22/04 > 06/05
Tutti i giorni 10-13 16-20
 
02 – PROFESSOR BAD TRIP
GABA – Piazza Vittorio Veneto 7
21/04 > 02/05
Tutti i giorni 11-13 15-20
 
03 – COLLETTIVA MAISONS PERDUES
ANTICHI FORNI
21/04 > 28/04
Tutti i giorni 10-13 16.30-2004 – AURÉLIE WILLIAM LEVAUX 
DUMA – vicolo Tornabuoni
20/04 > 03/05
Tutti i giorni 16-20
 
05 – SIMONE REA + JUAN BERNABEU
MUSEO DELLA CARROZZA – via Don Minzoni 24
20/04 > 07/05
10-18 chiuso il lunedì
(ingresso a pagamento)
 
06 – ANKE FEUCHTENBERGER
OFFICINE UTO – vicolo Consalvi
21/04 > 28/04
Tutti i giorni 10-13 16.30-2008 – DAVIDE BART SALVEMINI
SPULLA – via Armaroli 54/56
21/04 > 07/05
orario di apertura del locale09 – SERENA SCHINAIA
CIVICO 37 – corso della Repubblica 37
21/04 > 02/05
orario di apertura del locale10 – MASSIMILIANO VITTI
PODEROSA – via Berardi 13
20/04 > 07/05
orario di apertura del locale

12 – SIMONE MANFRINI Magic bOObs
BAR ROMCAFÈ – via Gramsci 12
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

13 – PAOLA TASSETTI Organi botanici
TANDEM – corso della Repubblica 23
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

14 – RITARDO Lavare a mano
IBRO – corso della Repubblica 15
20/04 > 07/05Orario di apertura del locale

15 – THIS IS NOT A LOVE SONG
JUKE BOX ALL’IDROGENO – corso della Repubblica 41
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

16 – DIANA BLU La grande Enciclopedia dei pesci blu
ULTRAFRAGOLA – corso della Repubblica 41
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

17 – LELE MARCOJANNI Le città hanno gli occhi

BOTTEGA DEL LIBRO – corso della Repubblica 7/9
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

18 – PAULINA TKACZ
BAR FIRENZE – Pescheria Vecchia 4
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

19 – CECILIA CAMPIRONI Che figura!
QUODLIBET – via Mozzi 23
20/04 > 07/05

Orario di apertura del locale

20 – ZOO a cura del collettivo Le Vanvere

VETRINE EX UPIM – Galleria del commercio
20/04 > 07/05
 
l’acceso  tutte le mostre è gratuito ad eccezione di quella presso Il Museo Della Carrozza

Backstage Maisons Perdues

Maisons Perdues è una mostra per Raratà 4
dal 21.04.2017 al 28.04.2017, presso: Antichi Forni, Piaggia della Torre 4 – Macerata MC
Inaugurazione venerdì 21.04.2017 ore 19.00
orari di apertura tutti i giorni dalle 10,00 alle 13,00, dalle 16,30 alle 20,00. Lunedì chiuso
durante il Ratatà Festival aperto dalle 10,00 alle 20,00

una produzione Ratatà Festival in collaborazione con EppuResiste, Festival migrante delle Resistenze e dei Territori.

Video di Alia Simoncini – www.aliasimoncini.com

Sheriff Mouloud y el Zorro Loco

Sheriff Mouloud y el Zorro Loco

live sab 22 aprile h.23 @ Csa Sisma – via alfieri Macerata MC 

A la frontière entre l’Afrique, l’Amérique du Sud, et l’Europe, faux rejetons cachés d’Ivy et de Jello, Sheriff Mouloud Y ElZorro Loco balancent un Rock’n’roll garage stupide, incompréhensible et destructeur. On ne les laisse jouer que dans les rades les plus pourris où leurs odeurs se mêlent parfaitement avec l’alcool frelaté et la sueur de chacal.

Candie Hank

Patrick Catani aka Candie Hank, presso CSA Sisma, Sabato 22-4-2017 ore 23:00

Candie Hank dà l’impressione di essere stato superato dal suo stesso ingegno. Sembra che non abbia nemmeno provato a passare in rassegna le sue idee e ad ordinarle. Piuttosto si ha l’impressione che abbia di deciso di oltrepassare con le sue tracce una stretta disciplina, lasciando che si diffondano liberamente nei club, sulle radio e nei salotti. L’istinto del gioco e un pizzico di agitata follia sono gli elementi che contraddistinguono il suo stile di musica elettronica fin dall’inizio. Candie Hank è un progetto di Patric Catani che ha coinvolto più di 1000 persone. Con il suo nuovo album Demons Hank, l’artista mostra di sapere finalmente come incanalare il suo flusso di idee nella giusta direzione. Fin dalla prima traccia, The Fox, presenta un nuovo tipo di musica “desert rock”o “surf music”, scanditi da adeguati ritmi di basso. Ha eliminato mentalmente la mania, la follia subliminale tipica del genere surf e con una fredda stima, ha “somministrato” questa pazzia nelle sue traccie nella giusta quantità per l’intera durata del suo album. Ha creato così un metodo per la sua follia. Nel brano Demon, Candie Hank combina elementi che generalmente non possono essere combinati. Linee melodiche arabeggianti, cori eterei femminili, tamburi ad alta velocità e testo parlato giamaicano, per esempio. Passa con eleganza e senza sforzo da un genere Monty Python a una linea acida di basso. Lo fa con il sorriso e grazie a un abile gioco di dita. Le meravigliosamente folli caratteristiche di Babyshka Demona, l’avrete già intuito, sono uno splendido esempio di balalaika. Utilizza strumenti a corda spesso di origine sconosciuta che danno vita a ritmi convulsi di Voodoo della Transilvania. L’astuta follia della polka elettronica, marchio di fabbrica di Candie Hank, può essere ammirata nella sua forma più pura. Dando direzione all’album e spiccando come brano principale del suo album, Peace, è un vero e proprio inno alla “club music”, in ogni singola flemmatica nota. È chiaro che Candie Hank è vero e proprio maestro di un’irresistibile melodia a quattro note. Aleggia sopra ogni cosa, lo spirito di Groucho Marx, che ha anche prestato il suo nome all’album del 2006 Groucho Running. Durante gli anni, Candie Hank ha subito un costante sviluppo: da produttore di scontri sonori sfrenati a maestro ignaro di eleganza. Da densità iperattiva a ipnotica trasparenza. Praticamente ognuna delle sue tracce ha una sua esuberante vita propria. In confronto con il suo primo lavoro, Demons sembra ambizioso e saliente. Hank ha permesso alla sua astuzia di fluire in brevi, concise tracce. Le pause e le combinazioni caotiche sono ciò che consente a ogni traccia di prendere una direzione nuova e inaspettata proprio nel momento giusto. Candie Hank è il padrone della propria imprevedibilità, che controlla e usa a proprio piacimento. Ogni secondo si può udire una “diabolica spinta” sfuggire. Come Candie spinga ad ascoltare la sua musica dal primo all’ultimo momento, alternando una vasta gamma di stili, rimane un suo segreto e questo segreto non sarà mai rivelato per tutta la durata del suo nuovo album. Non importa che tipo di stato d’animo evoca o quale stile attinge Candie Hank suona in modo inequivocabilmente unico.

http://catani-music.de/

 

 

Anteprima Crisma 2

quest’anno al ratatà troverete in anteprima Crisma 2

CRISMA è una raccolta annuale di storie a fumetti.
Autoprodotta a Roma dal collettivo Lab.Aquattro con il sostegno del CSA La Torre.
Il suo formato A4 è come una piccola risma, fatta con tutti i crismi.

Il volume raccoglie lavori di dodici firme selezionate dal collettivo Lab.Aquattro
in base alla qualità dei lavori e alla varietà delle interpretazioni stilistiche.
Hanno collaborato : Baldari / Bart Salvemini / Di Lauro / Canottiere / Lanzieri / Lopez Lam / Martoz
Ricca / Tuono Pettinato / Schinaia / Verdet / Vinciarelli.
La copertina a colori è firmata da Martin Lopez Lam.
«Rione Borotalco» è il tema di questo secondo volume.
11 storie brevi che raccontano quartieri in metaforsi, paesi e città che cambiano, realtà e identità appiattite e
nascoste, persone e luoghi coperti da un velo di talco per renderli profumati e presentabili.
11 storie diverse nello stile e nei contenuti, dove gli autori interpretano liberamente la combo Rione + Borotalco,
legate tra loro dalle illustrazioni di Massimiliano Di Lauro.

 

In anteprima troverete Crisma #2 al festival Ratatà di Macerata (dal 20 al 23 aprile)
e al Napoli Comicon (dal 28 aprile al 1 maggio).
La presentazione ufficiale è prevista il 13/14 maggio
presso il CSA La Torre (Via Bertero, 13 Roma) durante una doppia giornata di iniziative.

 

Komikaze (Hr), Ivana Armanini

Apertura venerdì 21 Aprile ore 16.30
Komikaze (Hr), Ivana Armanini mostra presso Galleria del Commercio Macerata (MC)

Durata: 21/04 > 23/04
Orario: venerdì 16-22, sabato 10-13 | 16-20, domenica 10-13 | 16-20

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Ivana Armanini è un’autrice di Zagabria, Croazia. La sua mostra presenta lavori del suo ultimo libro “Katalog” (2016) e alcuni recenti fumetti.
KATALOG è una collezione di fumetti brevi disegnati durante gli ultimi 15 anni e parte della sua esibizione parte del programma Komikaze/ Femicomix (Pula/ Croatia – Macerata -Virovitica/ Croatia – Novi Sad/ Serbia).

Web:Ivana Armanini
Ivana si è laureata presso l’Accademia delle Arti di Zagabria. Ha fondato e diretto Komikaze (2002.), un network per la produzione, promozione e distribuzione di fumetti d’autore con un focus particolare rivolto allo scenario indipendente per il quale ha pubblicato e esibito per oltre 250 eventi, workshops e festivals( HR, I, SR, IT, FR, DE, SE, HU, AT, SAD, BiH, Po, Pt, E).
Web:http://komikaze.hr
Ivana ha partecipato e collaborato a molti progetti: Solidarna, Le monde Diplomatique, Zombi Proleter, comiXconnection, Kroatien Kreativ 2013, Croatie la voici 2013, catalogo Love/Hate Crack, Programma breve Ekostrip, No1, comic book Adventures di Gloria Scott , gruppo di fumettisti Wild Eye.
È stata membro della giuria per la sezione fumetti al Ligatura festival (2011.)/ Polonia, Festival of the first (2008.) e BJCEM (2009., 2007.)/ Cro.

Su “Katalog”: ISBN: 978-953-56133-2-9 / libro a fumetti bilingue (Inglese- Croato)/ 132 pagine/ Formato: 21×30 / BW & Color/ Kunstdruck 130gm + 160gm copertina con alette/ 500 copie
Acquisto: https://www.etsy.com/listing/482856030/katalog-comic-book
Il programma Komikaze/ Femicomix è supportato dal Ministero della cultura della Repubblica Croata e della città di Zagabria

Recensioni Katalog:
– Le pagine in bianco e nero di Ivana Armanini non somigliano a tutto ciò che va sotto il nome di “Fumetti”. Sono uno schiaffo in faccia alla rispettabile professione Essi sono uno schiaffo in faccia della professione rispettabile dell’illustratore. Troppo strano, troppo forte, troppo bello. La signora deve essere pazza. / (Charlie Hebdo, Liberation- FR)

– La raccolta di fumetti di Ivana Armanini assomiglia a grattacieli e palazzi nella notte – tutto avviene simultaneamente e in forma condensata, ogni scena è una finestra e una singola storia, e tutte insieme formano una storia più grande, i suoi personaggi sono strane creature. A volte sono come luci che scintillano, si accendono e si spengono , e la musica va: dum – dum – dum – dum – dum… Marko Golub (art critic, ex-cartoonist – HR)

– Lo stile grottesco del romanzo a fumetti di Ivana Armanini: L’artista trova le sue radici profonde nella venerabile tradizione dell’arte sotterranea europea. Come Frans Masereel, si allontana dal mondo digitale del nostro tempo per dare una visione grottesca, ironica e poetica dei sogni e degli incubi del presente. Come Joakim Pirinen, utilizza più stili differenti per trovare una connessione tra il come e il cosa disegna. Mi piace il suo stile, il suo sorriso (e il coraggio in esso) che diffonde in tutto il mondo. Si confronta continuamente con costruttivismo e distruzione. Penso che senza il sintetico, cinetico brutalismo della sua arte il mondo del fumetto sarebbe il più povero dei mondi, e che senza le sue parole, che ci fanno perdere nei meandri della nostra mente, potremmo solo sprofondare nel nostro presente, senza alcuna idea su come affrontare il nostro futuro labirintico. Più fumetti di Ivana Armarini più cervelli rivoluzionari in futuro !?Valerio Bindi (Crack festival, Fortepressa/IT)

– Mi piace molto lo stile del suo ultimo romanzo, ha qualcosa che ricorda l’emozione di “ al diavolo tutto” che ognuno di noi prova ai nostri giorni in Croazia / Milena Zajović (Večernji list – CRO)

– Katalog è una collezione di fumetti imperturbabile, senza scrupoli o riserve. Ma è molto di più di tutto questo: si tratta di una voce che grida nel deserto della sterile correttezza politica. Se Ivana non sarà fermata, potrebbe svegliare qualcuno. Stanno già tentando di farla tacere!/Bojan Albahari (Stripburger – SLO)

-Finalmente i tanti volti di Ivana Armanini sono stati raccolti in un unica raccolta; dalle sue prime irritanti narrazioni di storie come “cult comic strip Adventures “ di Gloria Scott del 2005 a più recenti, incursioni psichedeliche nel mondo del “visivamente inatteso” . I fumetti tesi, combattivi e spesso disorientanti di Armanini si spingono oltre ciò che i fumetti possono ( anzi devono) essere, tuttavia il chiaro messaggio umanistico dell’autrice non è mai troppo al si sotto della superficie./ Jonathan Bousfield (Time Out – UK)

– I fumetti di Ivana Armanini in Katalog sono audaci e arrabbiati racconti popolari. Utilizzano elementi di design in bianco e nero pensati appositamente per creare un effetto emotivo in cui le immagini residue fanno indugiare a lungo sui sogni. Le sezioni colorate amplificano l’impatto del contrasto. La combinazione di immagini disegnate a mano e a computer ci “sbattono” in mezzo a politica, cultura pop e capitalismo grazie a brillanti piccoli dettagli e manifesti sovversivi a tutta pagina. Trascorrete più tempo sull’arte e il testo della narrazione di Armanini per carpirne il pieno effetto; vi troverete a ripensare alle sue immagini molto dopo aver completato la lettura del libro./ JoAnne Ruvoli (Ball State University – USA)

Zoo Animalia

ZOO
Mostra di illustrazione a cielo aperto
a cura del collettivo Le Vanvere
Vetrine laterali ex-Upim
dal 20/04 al 23/04

 

 

 

ZOO • Animalia
Sono venticinque gli illustratori professionisti che abbiamo invitato a parteci­pare alla mostra a cielo aperto ZOO. Sono professionisti del settore che spaziano dall’illustrazione per bambini a quella editoriale, con tecniche e stili diversi e che si sono prestati a dare forma a venticinque animali appartenenti alle cinque classi animali: INSETTI, RETTILI, MAMMIFERI, PESCI e UCCELLI.

Autori in mostra:

Andrea Rivola – Angelica Gerosa – Cristina Portolano – Fabio Mancini – Francesco Guarnaccia

Giovanna Giuliano – Giulio Castagnaro – Il Pistrice – Ilaria Guarducci – Ilaria Urbinati

Laura Re – Marco Bonatti – Marco Scalcione – Marisa Ventura – Martina Vanda

Nicola Alessandrini – Noemi Vola – Nicoz Balboa – Riccardo Guasco – Totto Renna

Roberto Hikimi Blefari – Rocco Lombardi – Tommy Gun – Veronica Petrone – Veronica (Veci) Caratello

Scoprite le loro interviste a vanvera su: vanvere.it/category/interviste/

– – –

CHICKENBROCCOLI ZOO è una raccolta di dieci grandi protagonisti dell’il­lustrazione, del fumetto e della street–art italiani che realizzano le loro personali visioni di dieci film cult con protagonisti gli animali!

Mosche giganti, squali assassini, serpenti striscianti, maialini coraggiosi, falchi a metà – e ci sono pure i primi animali sul pianeta, i dinosauri! – forme­ranno un gigantesco caravanserraglio, pronto a stupire grandi e piccini con barriti, sibili, ruggiti, ululati e un domatore molto affascinante (dite che questo non dovevo scriverlo?).

Venghino signori venghino, il CHICKENBROCCOLI ZOO è aperto!

Autori in mostra: Manfredi Ciminale Gio Pistone – Davide Bonazzi – Alice Beniero – Gianzo – Margherita Barrera Lrnz – Elisa Seitzinger – Oscar Odd Diodoro – Gloria Pizzilli

CHICKENBROCCOLI è un sito “per chi ama odiare il cinema”. Dal 2009 pre­senta quotidianamente recensioni cinematografiche senza peli sulla lingua con uno stile scanzonato e irriverente. Con la collaborazione di artisti italiani e internazionali, ChickenBroccoli concilia Cinema e Arte realizzando poster alternativi, magazine cartacei, infografiche animate e mostre itineranti. Il sito è diventato l’unico punto di incontro in Italia per una corrente artistica dedicata ai grandi miti della storia del cinema.

chickenbroccoli.it

– – –

ZOO • Animali Fantastici
LeVanvere – Storie e illustrazioni a km0” nasce dall’insolita congiunzione astrale di quattro illustratrici toscane: Camilla, Celina, Giulia e Lisa. Quattro menti e stili diversi, quattro modi di vivere l’illustrazione, quattro sconosciute che hanno deciso di parlare di illustrazione, grafica, cucina, street art e di tutte le cose colorate che si nascondono sotto i colli della Toscana, in attesa che qualcuno si renda conto di una bellezza nuova e a portata di mano, a km zero! Ci sono progetti che nascono a tavolino, studiati, dettagliati e pianificati fin nei minimi particolari. Poi ci siamo noi. Quattro illustratrici che si incontrano per caso con un progetto che nasce per caso, ma non a caso. L’intento è quello di valorizzare e far conoscere il nostro mestiere con racconti, mostre, schizzi, progetti artistici, laboratori didattici, ricette, recensioni, cene in piscina, storie bislacche, hotdog vegani spaccadenti e chipiùnehapiùnemetta!

Per ZOO hanno realizzato quattro poster dedicati agli Animali Fantastici.

 

Cecilia Campironi

Al Ratatà presentera il suo libro appena uscito “Che figura!” il 20 Aprile 2017 presso Quodlibet, in via Mozzi 23.
Durata: 20/04 > 07/05
Orario di apertura del locale.

Cecilia Campironi, è un’illustratrice milanese che attualmente vive a Roma. Diplomata all’Istituto Europero di Design nel 2007, disegna storie per bambini. Collabora anche con editori, scrittori, art director, programmatori, grafici, illustratori, scrittori, architetti, programmatori, cantanti, librai.
Dal 2008 inoltre, è parte dello Studio Arturo con il quale organizza corsi di linoleografia e incisione di timbri in giro per l’Italia.
“Che figura!” è una divertente raccolta di figure retoriche descritte e illustrate come personaggi in carne ed ossa. Un libro per grandi e bambini che presenta in modo naturale concetti complessi. Cecilia sceglie di spiegare le figure retoriche in un modo del tutto originale ricorrendo a esempi divertenti e soprattutto rappresentandole come personaggi estrosi e buffi che rimangono certamente più impressi rispetto a un’asciutta definizione del vocabolario.
Tra figure retoriche più note e altre meno conosciute, la raccolta ideata e realizzata da Cecilia Campironi, riesce a trasferire nozioni e conoscenze in una forma ludica e intelligente.
Lo scopo del libro è quello di far apprendere con il sorriso e di rendere più lieve lo studio e la comprensione di nozioni tanto basilari quanto ostiche.
Un originale catalogo di figure retoriche che contiene tante idee ragionate, associazioni logiche, soluzioni testuali e illustrate simpatiche e di facile lettura.
I disegni dei personaggi realizzati a matita mettono immediatamente in evidenza con chiarezza il concetto che si vuole porre in evidenza e così IPERBOLE è rappresentata come una signorina dal collo lunghissimo; ALLITTERAZIONE è un direttore d’orchestra; TAUTOLOGIA è un cavaliere dalla possente armatura, che sembra dire qualcosa di sensazionale ma che in realtà ripete solo ovvietà. Insomma impariamo con lei divertendoci!

Cecilia Campironi

 

Metafora, Metonimia, Palindromo… sono solo alcune delle figure retoriche che arricchiscono la nostra lingua e che servono a capire e a raccontare la realtà. Tutti noi le usiamo, in modo naturale e spesso senza rendercene conto. Che figura! le trasforma in personaggi strambi e divertenti: dal Signor Litote che ormai ha il torcicollo a forza di fare no con la testa, a Miss Enfasi che sembra vivere a teatro, fino a mago Ossimoro, che si rinfresca col fuoco e si scalda col ghiaccio.

Volume realizzato con Ottimomassimo, libreria per ragazzi, Roma ottimomassimo.eu

Paulina Tkacz

Paulina Tkacz esporrà presso BAR FIRENZE, Pescheria Vecchia 4, da giovedì 20 aprile 2017 a domenica 23 aprile 2017.
Orario di apertura del locale.

Paulina Tkacz è un graphic designer che vive nelle Marche. Ha studiato  presso l’Accademia di Belle Arti di Łódź (Polonia), dove si è specializzata nel poster e packaging design.
Le sue opere sono state presentate nella Biennale Internazionale dei Poster degli studenti a Novi Sad (Serbia) 2014, nel Łódź Design Festival (Polonia) 2014, Biennale Internazionale Poster a Wilanów (Polonia) 2014, Fiera The Packaging Innovation a Varsavia (Polonia) 2013, 15. Salone di Poster Polacco nel Museo dei Poster a Wilanów (Polonia) 2011.
Le sue opere principali sono:

  • RARA- la crema solare
  • Festival di fumetto e giochi a Łódź
  • Pastorałka- opera teatrale ambientata durante Natale
  • Jazz in Blue quartet
  • Wiosna Młodych- La Primavera dei Giovani-la mostra di pittura
  • OFF CINEMA- festival dei filmi documentari
  • Tempo dei Gitani, film di Emir Kusturica
  • Characters- rivista di psicologia

Le sue grafiche sono state create tra il 2009 e il 2014 e includono esercizi accademici e realizzazioni commerciali volte alla promozione di riviste di psicologia, film di Emir Kusturica, festival cinematografici, festival del fumetto e gioco, opere teatrali, concerti jazz, esposizioni di pittura, lozioni solari.
Ogni soggetto è attentamente studiato per trovare il giusto linguaggio visuale e mostrare il suo carattere individuale con lo scopo di combinare la funzione dell’informazione con l’espressione artistica e creare un gioco d’arte e design. Il lavoro dell’artista è principalmente influenzato dagli studi costruttivisti russi molto diffusi tra i designer dei poster della città di Łódź dove ha studiato.
Un altro punto di riferimento per l’artista è lo status dei poster creato dalla Polish School of Posters, prestigiosa scuola che non rappresenta solo un medium informativo ma piuttosto creazione individuale di opere voluta dal pubblico e collezionisti.
Le sue creazioni mirano a presentare un coinvolgimento emozionale con i soggetti tramite umorismo e linguaggio metaforico.

Paulina Tkacz

 

Ritardo

Mostra da giovedì 20/04/2017 oe 16:00 al 07/05/2017 , presso Ibro, corso della Repubblica 15
Orario di apertura del locale

Questo slideshow richiede JavaScript.

titolo: Lavare a mano

sinossi: ‘Lavare a mano’ è un racconto breve a fumetti scritto e disegnato da RITARDO, la storia di uno strano incontro nello spaccato di quotidianità di una giovane, di un impacciato primo approccio alla sessualità. In mostra tavole originali, work in progress, stampe del progetto. Il volume autoprodotto viene così presentato in anteprima all’edizione 2017 di Ratatà.

RITARDO è una giovane illustratrice e fumettista che vive e studia a Bologna da tre anni. la sua ricerca si concentra sul disagio della vita quotidiana, che volentieri sfocia nell’incubo e nel surreale. si avvale di diverse tecniche che usa in base a ciò che vuole raccontare. Partecipa a diverse mostre collettive e nel settembre 2016 inaugura una personale, ‘Mi piace stare qui’, una video installazione presso la galleria Adiacenze di Bologna. Dal 2016 autoproduce brevi storie a fumetti e albi illustrati che presenta a festival come Fruit Exhibition, AFA a Milano, CRACK a Roma.

 

Presenterà al Ratatà ‘Lavare a mano’, un’inedita storia breve che ha scritto e disegnato a Settembre 2016 ma sta ancora finendo di produrre.

Giulia Cellino

R O B O X L A B

Laboratorio costruzioni giochi in legno
da 5 anni all’infinito
Venerdì 21, Sabato 22 e Domenica 23 aprile 2017 – durante la Mostra/Mercato – Mercato delle erbe, via Armaroli

Robox Lab è focalizzato sul riscoprire la semplicità e naturalezza del giocare, del fare con
le proprie mani e sulla fantasia, riportando il gioco ad un livello personale e soprattutto 100% handmade.

R O B O X L A B è un laboratorio nato dalla passione per i giochi in legno di Francesco Tarsi e Gian Marco Balleroni in cui legno recuperato (lavorato, piallato, spessorato, tagliato e forato interamente a mano) prende vita.
Il gioco consiste nel comporre il proprio robox di legno assemblando pezzo per pezzo (testa, corpo, mani, braccia, gambe e piedi) con l’utilizzo di spine di legno / ciondoli, per poi personalizzarlo con la propria fantasia attraverso colori, pennelli, stoffe e materiali messi a vostra disposizione.
Lo scopo del gioco è sviluppare la creatività e la fantasia attraverso il mondo delle forme con le quali possiamo capire di più il mondo in cui viviamo, stimolando l’attenzione verso cio che ci circonda. Riportare il gioco all’attività manuale, al fare, creare, immaginare, alla libertà dell’azione fino alla realizzazione di un gioco fatto con le proprie mani a cui dare un nome e un’identità.

Benvenuti al R O B O X L A B!

I ROBOX realizzati durante i laboratori verranno caricati sulla pagina facebook Robox Lab.
Entra nel ROBOX CLUB!

Crea il tuo ROBOX e anima il tuo personaggio in fantastiche avventure.
Costo: 8€ a persona, 14€ se si partecipa in due.
NON NECESSITA DI ISCRIZIONE! VI ASPETTIAMO PRESSO IL MERCATO DELLE ERBE! 
OGNUNO PER COSTRUIRE IL PROPRIO PERSONALISSIMO ROBOX! 
Info: roboxlab08@gmail.com – 340 0873324

Paola Tassetti

Esporrà a Ratatà “Organi Botanici” presso TANDEM, corso della Repubblica 23, da giovedì 20 aprile 2017 a domenica 23 aprile 2017.
Orario di apertura del locale.

Paola è un artista nativa Italiana, studia arte si laurea in architettura e successivamente si specializza nella ricerca del paesaggio. Sperimenta l’attrazione al simbolismo, ai giardini costruiti e all’armonia del processo progettuale nell’arte per mezzo di studi su tela ed installazioni temporanee. La sua ricerca sperimenta diverse discipline, biologia, architettura, anatomia, botanica e costruzione del paesaggio urbano.

Le sue opere principali sono:

  • Condotto Caecus (cecale)
  • Condotto Perverso (pervertire)
  • Condotto Plantigrado
  • Solastalgia di bocca (Condotto)
  • Condotti Floreali
  • Ampolle Credenziali

“Organi botanici”  rappresenta composizioni di disordine osseo, dove scorre emotività all’interno di un paesaggio fatto di piante, organi riproduttivi femminili e maschili e filamenti organici. Lungo il perimetro delle arterie, il filo vegetale diventa un punto di sutura per chiudere i segni a parole, e diviene voce dell’immaginario simbolico.
La mostra racconta le emozioni come organi intangibili che, per trovare corpo, abitano altri organi modificandoli, trovando nel loro legame impercettibile un reale legame con il tempo e le esperienze che corrono veloci e non lasciano alcun nucleo di certezza.
Il linguaggio compositivo del collage botanico/anatomico genera un lavoro intimo e interiore, ma al contempo universalmente leggibile sul piano emozionale.
Antropologia, archeologia anatomia e botanica (e la loro storia) diventano fondamento della ricerca dell’artista e si tramutano in “Condotti”, ovvero mezzi busti comunicanti, con organi e fisionomie vegetali.

Paola Tassetti

Radiations

Mostra al Mercato delle Erbe, Via Armaroli.
Durata: 21/04 > 23/04
Orario: Venerdì 16-23, Sabato 10- 20, Domenica 15- 20 (sempre orario continuato)

Radiations di Elena Pagliani, ed. Nervi Cani, selezione Ratatà Self  Publishing 2017
Mercato delle Erbe, Macerata  MC – dal 21 al 23 aprile 2017

Radiations Una terra desolata e radioattiva, quattro amici, uno dei quali pennuto, bici scassate, caffè, una moka e una sola tazzina, una strana protuberanza sul collo, un sogno salvifico, zaini e panini, una vecchia zia, una ciminiera misteriosa, una strada sterrata, una bacca guaritrice e delle foglie letali: ecco i componenti di una storia dove il “tutti per uno” vince sullo scenario apocalittico e senza speranza di un luogo crudele. Un’atmosfera peculiare ispirata al disastro di Chernobyl e a ciò che si è lasciato dietro, ricreata attraverso illustrazioni in bianco e nero e dialoghi silenziosi. “Radiations” di Elena Pagliani è stato selezionato da Ratatà Festival tramite la Call for Self-Publishing. L’artista è presente con una selezione di materiali presso il proprio stand nella Mostra Mercato (Mercato delle Erbe) durante festival dal 21 al 23 aprile.

Elena Pagliani (1993) è laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Disegna, autoproduce fumetti e si dedica al live painting durante concerti. In collaborazione con Nervi Cani ha pubblicato il racconto a fumetti “Radiations”.

www.elenapagliani.weebly.com
www.cargocollective.com/elenapagliani 

Elena Pagliani
Classe 1993, da poco laureata in Fumetto all’Accademia di Bologna. Sperimenta l’intenso clima dell’autoproduzione bolognese con varie autoproduzioni selvagge come “Pieghe”, progetto di 4 pieghevoli a fumetti e “Migraines”, la fanzine arancione realizzata col fumettista Fĕro. Nell’ottobre 2016 lancia Radiations, la prima graphic novel pubblicata da Nervi Cani.
www.elenapagliani.weebly.com / cargocollective.com/elenapagliani

– – –

Nervi Cani è una piccola casa editrice ed etichetta musicale indipendente con base fra Modena e Reggio Emilia che pubblica Zines, Libri d’Arte e Cassette dal 2015.
Facebook
Instragram
Bandcamp

Pelo Magazine

Mostra al Mercato delle Erbe, Via Armaroli.
Durata: 21/04 > 23/04
Orario: Venerdì 16-23, Sabato 10- 20, Domenica 15- 20 (sempre orario continuato)

PELO è una rivista epiteliale sulla quale pullulano rigogliosi i peli di giovani illustratori: biondi, mori, rossi, riccioluti e radi. Tutti diversi, ma uniti da una forte carica elettrostatica e la voglia di non essere estirpati. Adatto soprattutto a chi è di primo pelo, a chi cerca il pelo nell’uovo, a chi ce l’ha sullo stomaco, a chi ne ha troppi o troppo pochi. PELO Magazine ha peli dappertutto, sulla copertina, nell’indice, tra i caratteri e nelle illustrazioni, l’unico posto in cui non sembra averne affatto è la lingua. PELO è un ruvido piacere.
Pelo Magazine, nato in ambito accademico con un primo numero dedicato interamente al sesso, ha acquistato sempre più visibilità già dal secondo numero presentato a inizio 2017 a Bologna durante Fruit Exhibition. L’idea di fondo è quella di realizzare una fanzine piuttosto irriverente con temi leggeri che giocano sull’ironia. Ogni numero di questa rivista affronta un tema diverso, ogni autore è lasciato libero di sperimentare a piacimento restando nel contempo fedele all’argomento. I 29 autori sono le teste pensanti del progetto e stupiscono i lettori perché, nonostante lo spirito anarchico e chiassoso delle pubblicazioni, riescono a mantenere coerenza e qualità di contenuti “ da far rizzare i peli” come citato in copertina!

TITOLO OPERE:

  • Daniele Vanzo, Very important paranoia
  • Claudia Plescia, The lonely life of Mr. Symmetry
  • Giovanni Colaneri, A megalove story
  • Davide Bart Salvemini, Conversazione a denti stretti
  • Marco Quadri, Bologna autostrada 10
  • Alessandra Belloni, Il pelo è la mia mania
  • Naida Mazzenga, Cumuli di accumuli
  • Elena Guglielmotti, Ballata rubata
  • Giulia Tassi, Gelatofarianesimo
  • Martoz, Nel mezzo del cammin di nostra vita
  • Emanuele Oliveri, Shave me to the moon
  • Filippo Spinelli, Tutto in ordine
  • Juta, Zanzare
  • Paola Momentè, Fughe e piastrelle blu
  • Massimiliano Di Lauro, Piedi
  • Helga Perez Gomez, L’anatomia Hipster
  • Edoardo Massa, Introfobia
  • Giulia Conoscenti, Un toupet biondo che è la fine del mondo
  • Sofia Figliè, Proprio dietro l’angolo
  • Marco Caputo, Tiè
  • Camilla Pintonato, Otto regole d’oro per risparmiare schei
  • Giulia Piras, Considerazioni sull’ofidiofobia
  • Virgiania Gabrielli, Cianofobia
  • Alice Piaggio, Un pidocchio sotto sfratto
  • Giulia Pastorino, Vai a cacare Gaetano
  • Alice Corrain: Galline in fu…riate
  • Elisabetta D’Onghia, Una cena da paura
  • Marco Brancato, Farei del male a una mosca
  • Fabio Cesaratto, Avvento 1985
  • Francesco Fidani, Molestopoly
  • Lucia Biancalana, Fobiroscopo

 

CONTATTI

facebookinstagramtumblr

 

Amadeo Gonzales

Mostra al Mercato delle Erbe, Via Armaroli.
Durata: 21/04 > 23/04
Orario: Venerdì 16-23, Sabato 10- 20, Domenica 15- 20 (sempre orario continuato)

Questo slideshow richiede JavaScript.

AMADEO GONZALES (LIMA_ PERÚ)

Illustratore,sceneggiatore e musicista autodidatta.Creatore e direttore,insieme a suo fratello Renso della pubblicazione “Carboncito” dal 2001,un progetto incentrato sull’illustrazione e la shortnovel contemporanee,oltre a pubblicare altre zines monografiche tra le quali “Tránsito intestinal”, “Actitú records”,  “Bandas inexistentes records” e “Nervenzusammenbruch”.

Per le sue opere utilizza molte differenti tecniche:disegno a mano libera,disegno vettoriale,china,acquerello,serigrafia.

Al suo attivo molte esposizioni individuali e collettive in Perú, Argentina, Colombia, Chile, Messico, Costa Rica e Stati Uniti.

Così come numerose le sue partecipazioni a importanti fiere specializzate nell’illustrazione e editoria indipendente del Sud America:FILBO Feria internacional del libro,Bogotá;Trimarchi a Mar del plata;FID festival internacional de diseño,Costa Rica;Festival Comicópolis 2015,Buenos Aires; Festival Furioso de Dibujo a Rosario (Arg).

Attualmente è il responsabile culturale (nonchè co-fondatore) del Espacio Los Unicos a Lima dove esercita l’insegnamento come professore di disegno creativo e sceneggiatura a bambini e ragazzi.

 

AMADEO GONZALES

ESP
Nació en Lima, Perú en 1977. Ilustrador, dibujante y músico autodidacta. Creador junto a su hermano Renso Gonzales de la revista de historieta y arte gráfico Carboncito desde el 2001 donde ha publicado a diferentes autores contemporáneos de América Latina y Europa. Hay actualmente 19 ediciones. Ha publicado otros fanzines de ilustración y cómic como “Tránsito intestinal”, “Actitú records”, “Bandas inexistentes records”, “Frustrazine” y “Nervenzusammenbruch” (2016).

Utiliza en sus obras la ilustración a mano alzada, vectorial, tinta china, acuarela, acrílico y serigrafía.

Ha realizado varias exposiciones individuales y grupales en Perú, Argentina, Colombia, México, Costa Rica, Estados Unidos y Chile.

Ha participado como conferencista en eventos internacionales de cómic e ilustración, como en la Feria Internacional del Libro FILBO en Bogotá 2014, Trimarchi en Mar del Plata y el FID Festival Internacional de Diseño en Costa Rica, invitado al festival Comicópolis 2015 en la ciudad de Buenos Aires, en Festival Furioso de Dibujo en Rosario, Argentina 2016. Invitado en Fumetto – Festival de comic en Luzerna, Abril 2017, donde está realizando una exhibición.

Es gestor cultural, co-fundador de Espacio Los únicos en Lima, donde se realizan talleres y exposiciones, donde imparte clases de dibujo creativo y cómics para niños y jóvenes.

Actualmente está realizando una gira por Europa que comprende 4 paises, Suiza, Italia, Alemania y España para diferentes festivales y presentaciones.

www.amadeogonzales.com

 

 

 

Anke Feuchtenberger

Inaugurazione sabato 22/04 ore 18, Officine Uto, vicolo Consalvi
Durata: 21/04 > 28/04
Orari: tutti i giorni 10-13 / 16.30/20 (durante il festival orario continuato)

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Inaugurazione sabato 22/04 ore 18, Officine Uto, vicolo Consalvi
Durata: 21/04 > 28/04
Orari: tutti i giorni 10-13 / 16.30/20 (durante il festival orario continuato)

Anke Feuchtenberger  è nata nel 1963 a Berlino dove si diploma in Arti grafiche presso l’Accademia di Belle Arti. Lavora come libera professionista ad Amburgo e dal ’97 è docente presso l’Università di Scienze Applicate. Sempre nel ’97 le viene assegnato il 3° Premio nella International Postercompetition a Osnabrück.

Fondatrice del gruppo Glähende Zukunft (Glowing Future), che portò avanti molte azioni politico-artistiche attraverso graffiti e murales e successivamente iniziò a fondere questo tipo di esperienze di arte visiva dell’Europa dell’Est con la tradizione fumettistica occidentale.
Tra l’osmosi di questi due mondi nasce il suo stile personale caratterizzato da opere forti e intense, difficilmente imitabili. Questa artista di ineguagliata bravura, con il suo stile ipnotico, trasporta lo spettatore in una dimensione sospesa tra incubo e fiaba e ha conquistato, con le sue opere difficilmente catalogabili, sia gallerie d’arte sia festival di fumetti contemporanei.

Ha pubblicato fumetti e illustrazioni in Germania per Die Zeit, Süddeutsche Zeitung, Frankfurter Allgemeine Zeitung e collabora con altre importanti testate in tutta Europa.

ANKE FEUCHTENBERGER_HAMBURG_GERMANIA
Esporremo, a partire da sabato 22/04/2017  presso Officine Uto, vicolo Consalvi, una serie di lavori originali e istallazioni pittoriche selezionate dalle sue ultime personali presso la galleria D406, Modena, la Galleria Stamperia “Squadro”,Bologna. Inoltre avremo l’onore di presentare il suo ultimo libro serigrafato e edito da Else edizioni e una serie di serigrafie, tra le quali un trittico creato ad hoc per la sua personale Ratatosa.

 

Juan Bernabeu

Sabato 22 Aprile
RATATARS,
Mostra di Simone Rea e Juan Bernabeu, in collaborazione con Ars in Fabula
presso Museo della Carrozza, via Don Minzoni 24 – Macerata (MC)
inaugurazione sabato 22/04 ore 13:00, in collaborazione con Ars in Fabula
Durata: 20/04 > 07/05
Orari0: 10/18 , chiuso il lunedì

 

Questo slideshow richiede JavaScript.


Per Juan Bernabeu la passione per le immagini e le arti è cominciata molto presto. Sempre con la matita in mano, comincia a sperimentare e creare, ragion per cui decide di studiare all’ Accademia di Design di Valencia. Questo interesse diventa sempre più forte, così nel 2014 ottiene il titolo Master di illustrazione per l’ editoria presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata, organizzato dall’associazione culturale “FabbricadelleFavole”, inoltrandosi in un mondo nuovo, quello dei libri. È attratto dalle illustrazioni semplici e dirette, che colpiscono per la loro capacità narrativa. Da diversi anni vive e lavora a Berlino, dove lavora come illustratore.

Juan Bernabeu è l’illustratore del libro ” I Tre Doni” , uno fra i più profondi e attuali racconti dell’autore russo Lev Tolstoj. L’utilizzo perfetto dei colori e un tratto delicato è riuscito a fare di questo libro un’opera d’arte.

 

 

 

 

 

Aurélie William Levaux

Aurélie William Levaux
inaugurazione Giovedì 20 Aprile ore 19.00, Duma – Vicolo Tornabuoni, 62100 Macerata
Durata: 20/04 > 04/05
Orari0: tutti i giorni 16.30- 20 (durante il festival orario continuato)

 

L’opera di quest’artista belga si colloca in un punto di incrocio tra più linguaggi: l’illustrazione, l’immaginario popolare, il fumetto, il diario intimo e l’arte contemporanea. Aurélie Willam Levaux scrive, disegna e s’interessa a tutti i supporti, utilizza ago e filo, pittura, l’inchiostro sia su tessuti che su legno e carte. Modifica ricami, tele e immagini religiose. Aurélie William Levaux si ispira alla vita per trascenderla.Sotto il suo sguardo  e attraverso le sue mani, la banalità quotidiana ci sorprende, la natura diventa indecente, i proverbi diventano lapidazioni. È un accumulo di piccole inezie quotidiane, di domande interiori. Le piccole nevrosi di ciascuno sono come scorticate e poste su carta per diventare mali universali.

Di seguito, il sito ufficiale dell’artista: http://www.aureliewilliamlevaux.be/

La mostra si terrà al Duma a Macerata, Giovedì 20 aprile alle ore 19:00.

Si tratta di un’esposizione di disegni su cotone (2016), una serie che si chiama “la vita intelligente” in cui si esprime che tutto è performance e istallazione se si decide che lo sia, anche se in fondo non è niente di interessante. Parla dell’assurdo e delle cattiverie del quotidiano. Parla del mondo dell’arte e della vita intima.

 

ulele news: https://it.ulule.com/ratata-festival-2017/news/le-vie-intelligente-di-aurelie-willam-levaux-135307/

Dengue Dengue Dengue!

^^^Dengue Dengue Dengue live ^^^

……………….Apa Cec Prods per e con Ratata’ 2017………………….

FESTIVAL DI FUMETTO, ILLUSTRAZIONE, GRAFICA, EDITORIA INDIPENDENTE https://www.facebook.com/ratatafestival/

Apa Cec e Basquiat productions per e con Ratata Festival in collaborazione con Nerto.it,Brutta Botta,Terminal e molte altre realta,
annunciano perturbazioni con carattere di tempeste tropicali provenienti dal Peru’ nell’area Centro Fiere di Villa Potenza per la serata del 21 Aprile 2017, dalle 24:00
Il ciclone gia’ Rinominato DengueDengueDengue! si abbattera’ con violenza e basse frequenze all’interno del Teatrotenda allestito per l’occasione per i rifugiati del Festival Ratata’.

Servizio Bus Navetta dalle ore 23.00 alle ore 05.00

 


\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/

YOVOY (ITA)
——————
tropical bazar djset

Chris Colombio & the Medicine Girls (Chile)
————————–————————–——
NuCumbia Dancing Act

H ON Bangalore (ITA)
————————–
Tropical Bass djset

Dengue Dengue Dengue ! (Peru’)
————————–——————-
live set

La loro musica potrebbe essere definita in tanti modi:tropical bass, global bass, cumbia digital, cumbia nueva, electro cumbia.Di sicuro c’e’ che i DengueDengue sono i maggiori rappresentanti di quella scena di musicisti del Sud America che reintepretano i ritmi tradizionali del folklore dell’America Latina con l’utilizzo delle moderne tecnologie.
Il nucleo del loro suono e’ certo la Cumbia,danza sviluppatasi in Colombia e espansasi in forme e sfumature diverse attraverso tutto il continente.
Rafael Pereira,Felipe Salmón aggiungono tracce di musica Caraibica,psichedelia amazzonica e forti dosi di linee di basso per un mix esplosivo.
Un po’ di numeri :3 Album all’attivo,5 tour mondiali,300 livesets, 30 paia di maschere,rubate, distrutte,autocostruite…

 

ingresso 15 euro con consumazione prima delle 24.00
ingresso 15 euro dopo le 24.00
a breve tutte le info per le prevendite

info e prenotazioni :
3487160853
facebook.com/terminal Macerata
Artwork Bruttabotta

 

Innesti Bestiali

LABORATORI FANTASTICIWORKSHOP DI SCRITTURA VISIVA
di STORIE DA NON RACCONTARE

“PIANTE BESTIALI, UN MANUALE DI ZOO-BOTANICA FANTASTICA!”a cura di STORIE DA NON RACCONTARE
Venerdì 21 aprile 2017- dalle 17 alle 19 – MERCATO DELLE ERBE, via Armaroli

L’intento è quello di scrivere ed illustrare (con tecnica mista) un manuale di zoo-botanica fantastica, “mixando” parole e immagini in un flusso libero.

I Laboratori Fantastici – è una fabbrica di storie per bambini e adulti piccoli piccoli, una sorta di gioco per stimolare il pensiero divergente e la Fantasia, con una particolare attenzione all’editoria e al design. Promuovendo la scuola del Nonsense linguistico e delle arti miste l’intento è quello di scrivere ed illustrare una storia: unire parole e immagini per trasformare il foglio in uno spazio aperto di sperimentazione (con momenti di confronto collettivi e individuali), dove mixare elementi differenti che raccontino (o non raccontino) qualcosa. Anche perché siamo tutti portatori sani/insani di Storie Fantastiche!

Il laboratorio alternerà momenti individuali a momenti collettivi. Ogni partecipante disporrà di una tavola (pagina di quella che diverrà la storia collettiva) e di un “kit” con parole, immagini e oggetti che potrà scegliere come abbinare. Aiutati da semplici giochi di scrittura creativa, verranno composti dei “pensierini” e trascritti sulla tavola, la quale verrà poi illustrata con tecniche miste di collage manuale (con immagini scelte ad hoc) e disegno (pittura, stencil, etc).

Lara Caputo, anno 1987.
E’ libraia, grafica freelance, designer, ed autrice di un progetto editoriale indipendente chiamato “Storie da non raccontare“, che si sta evolvendo in laboratori ludico-formativi per bambini e adulti.
Da sempre interessata alla ricerca legata alle arti visive, si laurea in design alla Facoltà di Architettura di Genova e si specializza
in Grafica al Politecnico di Milano dove vive e lavora come grafica per cinque anni. Nel frattempo partecipa a numerosi workshops e mostre-mercato di editoria indipendente. Svariati interessi, viaggi e studi di ricerca l’hanno portata a pensare che l’esperienza e l’intuizione debbano prevalere sul tecnicismo; l’osservazione con occhi curiosi del mondo circostante, che spesso ci richiede di tornare bambini, è una condizione essenziale per concepire progetti evolutivi.

 

Costo: 20 euro, materiali inclusi

 

Durata: 2 h circa

 

Numero partecipanti: da 5 a 13 partecipanti

 

Info e iscrizioni: mail a ratatafestival@gmail.com entro martedì 18/04/2017 specificando nell’oggetto WORKSHOP DI “PIANTE BESTIALI”